Pubblicazioni scientifiche

Pubblicazione scientifica: Report sulla “2020 Safe to Touch Consensus Conference on Hazardous Drug Surface Contamination”

Gennaio 4, 2022

Gabay M, Johnson PFanikos J, et.al,American Journal of Health-System Pharmacy, Volume 78, Issue 17, 1 September 2021, Pages 1568–1575, https://doi.org/10.1093/ajhp/zxab134 

I farmaci pericolosi (Hazardous Drug, HD) sono farmaci che hanno una o più delle seguenti caratteristiche: carcinogenicità, teratogenicità o altra tossicità dello sviluppo, tossicità riproduttiva, tossicità d’organo a dosi basse, genotossicità e una struttura o un profilo di tossicità che imita un HD esistente.1 La contaminazione delle superfici avviene quando i residui di HD rimangono sulle superfici di lavoro laddove sono stati usati, ad esempio, nelle farmacie e nelle aree dedicate ai pazienti. L’esposizione agli HD delle superfici contaminate può causare effetti avversi sia acuti che cronici sulla salute degli operatori sanitari.2 La contaminazione HD delle superfici è un problema universale per chiunque sia coinvolto nella manipolazione di HD.

2020 Safe Touch Conference1

La 2020 Safe Touch Conference on Hazardous Drug Surface Contamination ha raccolto esperti in materia di manipolazione di HD. La conferenza ha mirato a rafforzare il consenso e a condividere le conoscenze sul monitoraggio della contaminazione delle superfici, affinché possano essere adottate dai soggetti interessati nella catena di fornitura di farmaci, nella politica e nelle strutture sanitarie.

Gli obiettivi della conferenza sono stati i seguenti:1

  • Comprendere le migliori pratiche e gli standard di altre discipline sanitarie che possano essere applicati al monitoraggio della contaminazione da HD delle superfici.
  • Comprendere l’attuale stato del monitoraggio della contaminazione da HD delle superfici nell’ambito della gestione del farmaco (medication-use system) per tutte le forme di dosaggio in tutti i centri di cura dei pazienti.
  • Valutare le tecnologie e i sistemi disponibili in commercio per il monitoraggio della contaminazione delle superfici.
  • Diffondere le raccomandazioni delle migliori pratiche concernenti la contaminazione da HD delle superfici.
  • Presentare una dichiarazione di consenso concernente la contaminazione da HD delle superfici, che sia adatta per la pubblicazione in una rivista peer-reviewed.

Un gruppo esperto di circa 25 membri del panel ha fornito feedback sulla conferenza tramite un sondaggio pre-conferenza. Tra i membri del panel si annoveravano: farmacisti, infermieri esperti in somministrazione endovenosa di farmaci, personale dei servizi, RSPPsicurezza medica, affari regolatori e organizzazioni di accreditamento e professionali. I relatori hanno affrontato tutta una serie di argomenti, tra i quali: gli attuali regolamenti e standard, le tecnologie di monitoraggio della contaminazione delle superfici, l’impatto della contaminazione delle superfici sulla salute e le variabili che influiscono sui test relativi alla contaminazione delle superfici.

Dichiarazioni di consenso

Un esito importante della conferenza è stato il raggiungimento di un consenso riguardo l’interpretazione e l’applicazione degli attuali standard per la gestione della contaminazione da HD delle superfici. La conferenza ha portato a termine: 11 dichiarazioni di consenso, l’identificazione di aree di contaminazione da HD potenziali e una revisione dei sistemi di monitoraggio della contaminazione da HD delle superfici disponibili in commercio. Qui di seguito sono riportate in sintesi le 11 dichiarazioni di consenso o raccomandazioni:1

  1. Creazione di un piano efficace di monitoraggio della contaminazione delle superfici per enfatizzare la sicurezza dei pazienti e dei dipendenti come priorità istituzionale, promuovere la compliance degli istituti con relativi standard regolatori e di accreditamento, consentire la validazione dei processi e sostenere una cultura istituzionale non punitiva, equa e corretta.
  2. Messa a punto di una politica sul monitoraggio della contaminazione delle superfici per tutti i contesti in cui vengono manipolati farmaci pericolosi seguendo un approccio interdisciplinare che coinvolga le diverse parti interessate istituzionali.
  3. Riduzione degli episodi di contaminazione da HD delle superfici ricorrendo a controlli amministrativi (ovvero, formazione ed educazione) per essere certi che gli operatori che manipolano farmaci pericolosi aderiscano alle pratiche volte a ridurre l’esposizione e a monitorare la compliance.
  4. Creazione di un piano completo di campionamento mediante wipe test specifico per il monitoraggio della contaminazione da HD delle superfici, utile per determinare la contaminazione basale, effettuare lo screening delle potenziali esposizioni occupazionali e valutare l’efficienza delle procedure di pulizia.
  5. Sviluppo di testi qualitativi e quantitativi per il monitoraggio continuo della contaminazione delle superfici, in quanto i risultati dei test quantitativi potrebbero arrivare dopo settimane.
  6. Segnalazione in un formato standard dei risultati della contaminazione delle superfici affinché sia possibile confrontare i dati dei risultati dei test con quelli di altri istituti.
  7. Riduzione delle fuoriuscite di HD ed enfatizzazione della decontaminazione, con un’appropriata selezione di agenti per il tipo di contaminanti di HD, posizione e superfici da pulire e un piano per la prevenzione e la pulizia delle fuoriuscite di HD.
  8. Implementazione delle pratiche di sicurezza correlate alla preparazione e alla somministrazione di HD, identificando chiaramente gli HD che richiedono precauzioni per la manipolazione sicura e integrando le dichiarazioni sui farmaci pericolosi in un sistema elettronico di workflow
  9. Conduzione di un’ulteriore ricerca nell’area della contaminazione da HD delle superfici , che comprende indagini sui limiti di esposizione, la valutazione della contaminazione oltre i semplici antineoplastici e valutazioni dei metodi e prodotti di decontaminazione.
  10. Collaborazione al fine di consolidare il monitoraggio continuo della contaminazione da HD, in quanto il coinvolgimento di differenti parti interessate è importante per sensibilizzare ulteriormente sulla contaminazione da HD delle superfici.
  11. Riconoscimento degli ostacoli all’implementazione di un programma efficace di monitoraggio della contaminazione delle superfici, inclusa la mancanza di chiari standard regolatori, il timore di risultati positivi e i costi di investimento rispetto ai costi di inazione.

Stando a quanto ritenuto dagli esperti partecipanti alla conferenza, le raccomandazioni della “2020 Safe To Touch Consensus Conference on Hazardous Drug Surface Contamination” devono essere adottate per sensibilizzare sull’importanza del monitoraggio della contaminazione da HD delle superfici e per sottolineare l’importanza di piani a breve e a lungo termine volti a ridurre tale contaminazione.1

 

 


Riferimenti

1 Gabay. M, Johnson. P, Fanikos. J, et.al Report on 2020 Safe to Touch Consensus Conference on Hazardous Drug Surface Contamination, American Journal of Health-System Pharmacy, Volume 78, Issue 17, 1 September 2021, Pages 1568–1575, https://doi.org/10.1093/ajhp/zxab134 

2 National Institute for Occupational Safety and Health. (2018). Hazardous drug exposures in healthcare. https://www.cdc.gov/niosh/topics/hazdrug/default.html (Page last viewed: May 4, 2020) 

 

Questo elenco di riferimenti a materiale di terze parti sottoposto a revisione esterna (peer review) e ai siti su cui sono ospitati viene fornito solo per riferimento e comodità dell’utente e non implica alcuna revisione o approvazione del materiale o alcuna associazione con i loro operatori. I riferimenti a terze parti (e i siti web a cui si collegano) possono contenere informazioni inesatte, incomplete o obsolete. L’accesso e l’utilizzo dei siti di terze parti (e di qualsiasi sito web a cui si collegano) viene effettuato esclusivamente a proprio rischio e pericolo.

 

BD-47980